Inglesismi, che passione!

Lingue particolari, tra clic e fischi!
29 Aprile 2021
Testi tradotti o tradotti bene?
28 Maggio 2021

Siamo nel 2021, la globalizzazione avanza e con lei anche l’utilizzo sempre più diffuso di termini stranieri, per lo più anglofoni, nel nostro linguaggio quotidiano.

Magari si tratta di un termine particolarmente fashion, oppure stiamo parlando del weekend o di questo lockdown poi ci ha fatto stare a casa e online forse più del dovuto e siamo stati esposti a una valanga di news.

Et voilà, vi siete accorti dei 5 inglesismi nelle sole 2 righe sopra? E del francesismo all’inizio di questa? Se ve ne siete accorti significa che questo articolo fa per voi e se non ve ne siete accorti, potete continuare a leggere l’articolo con nonchalace, non vi accorgerete di nulla! Eh si, è voluto anche questo francesismo.

In molti casi usiamo questi termini stranieri quasi inconsapevolmente, quasi fosse un trend, e  probabilmente alcuni sono davvero più immediati e sintetici nell’esprimere un concetto, ma altri decisamente potremmo evitarli.

INGLESISMI FACILMENTE EVITABILI

ABSTRACT: RIASSUNTO, SINTESI, entrambi termini perfettamente usabili senza ricorrere all’inglese.

COFFE-BREAK: PAUSA CAFFÈ, in italiano è anche più scorrevole e ha un suono più rilassante!

FASHION: a seconda del contesto, MODA, DI MODA, ALLA MODA, … non è meglio l’italiano?

MEETING: RIUNIONE, assolutamente preferibile!

SPEECH: DISCORSO, che c’è di male nella parola discorso?

TREND: TENDENZA, DI TENDENZA, facciamo inversione di tendenza e usiamo tendenza!

INGLESISMI DI CUI E’ DIFFICILE FARE A MENO

BEAUTY CASE: VALIGETTA PER PRODOTTI DI BELLEZZA, in effetti difficile esprimerlo sinteticamente in italiano.

DERBY: PARTITA FRA SQUADRE DELLA STESSA CITTÀ, abbreviare in questo caso ha senso.

JET LAG: MALESSERE TEMPRANEO DA CAMBIAMENTO REPENTINO DEL FUSO ORARIO, l’inglese sitetizza benissimo.

SMOG: INQUINAMENTO, la parola smog è forse più incisiva della nostra, o forse siamo solo abituati a sentirla.

TRAILER : PROSSIMAMENTE AL CINEMA, come lo traduci con una singola parola trailer? Semplice, non puoi.

SELFIE: AUTOSCATTO, ahimè, c’è ancora qualcuno che usa la parola autoscatto da che l’era degli smartphone ha preso il sopravvento sul buon senso?

Inglobare talvolta termini stranieri nella propria lingua è parzialmente accettabile, preservare la propria identità linguistica è importante e, infine, aprirsi – accanto alla propria lingua madre – alla conoscenza vera di una lingua straniera, non solo di alcuni termini, ci apre confini vastissimi. Da una citazione nota: “Il monolinguismo è l’analfabetismo del ventunesimo secolo”.

Trovate un elenco di inglesismi esaustivo e divertente in questo articolo.